Quanto ti costa un fermo macchina?

L’articolo in sintesi

Nel corso degli anni il mercato è cambiato e, al di là del settore specifico di appartenenza, il mondo industriale si trova a far fronte a nuove sfide. I competitor crescono a livello globale, definire il prezzo è difficile, i livelli di qualità richiesti sono sempre più elevati, così come la personalizzazione dei prodotti. Questi e molti altri fenomeni rendono sempre più complessa la pianificazione e fanno aumentare il livello di imprevedibilità degli eventi.

In sostanza, i fattori esterni del contesto possono influenzare in modo intenso l’attività produttiva, spesso senza che si possa fare molto per modificarli. Proprio per questo motivo, diventa fondamentale gestire al meglio tutte le variabilità che sono totalmente sotto il proprio controllo, riducendo al massimo i rischi che, invece, nascono all’interno dell’azienda.

Un esempio molto calzante è la prevenzione dei fermi macchina, dovuti a guasti, problemi tecnici e inefficienze. Fermare un impianto può avere conseguenze più o meno gravi a seconda del processo produttivo, con effetti su tempi di produzione e consegna, qualità del prodotto, gestione dei flussi di prodotti e materiali. Definire quanto costa un fermo macchina non è semplice e non esiste un valore significativo per tutti, ma si possono prendere in considerazione tutti i fattori che incidono sui costi, in modo diretto o indiretto.

Infografica

1. I costi della manutenzione: strumenti, pezzi di ricambio e assistenza

Ogni volta che un impianto si ferma si registrano dei costi diretti derivanti dall’operazione di riparazione necessaria. I costi da prendere in considerazione sono quelli relativi all’acquisto dei pezzi di ricambio, ad eventuali strumenti di cui non si dispone e la manodopera e assistenza esterna, nel caso in cui i manutentori interni non siano in grado di eseguire le opere e ci si rivolga a società specializzate o direttamente al fornitore.

2. Scarti e prodotti deteriorati

Il guasto di un impianto può essere causa di prodotti non conformi che, di conseguenza, devono essere individuati, verificati ed eventualmente o rilavorati o scartati. Ogni prodotto scartato, chiaramente incide sull’efficienza del sistema produttivo, che verrà di conseguenza inficiata. Inoltre, non è detto che le materie prime che si stavano utilizzando non abbiano una certa scadenza o caratteristiche particolari che le rendano inutilizzabili in un secondo momento.

3. Ogni ora di fermo, è un’ora di mancata produzione

Può sembrare banale, ma le ore di mancata produzione determinano una delle voci principali di costo quando si stimano le perdite economiche dovute ad un fermo impianto. Qual è il valore del prodotto finito? Quanti di questi prodotti si lavorano in un’ora? Calcolando quanto profitto genera in un’ora la macchina in questione e moltiplicandolo per le ore di fermo, si avrà la quota totale di quanto si è perso a causa del guasto.

4. Ritardi nelle consegne e peggioramento dei rapporti con i clienti

Non meno importante è l’impatto che un fermo macchina ha sulla pianificazione fatta in produzione e sui relativi tempi di lavorazione e consegna. Ritardare le commesse può avere effetti di vario tipo, tra cui importante danno all’immagine aziendale. Molto spesso, nel caso il ritardo sia ricorrente, i rapporti con il cliente si incrinano, in quanto può perdere fiducia ed orientarsi verso nuovi fornitori.

5. L’impatto sugli altri reparti

Infine, è necessario considerare l’effetto che un fermo macchina può avere sugli altri reparti. Le aziende sono dei sistemi complessi ma composti da elementi sempre interconnessi e di conseguenza un problema in un reparto avrà un riflesso sugli altri. Ad esempio l’output di un impianto potrebbe essere l’input per una seconda lavorazione. Oppure un prodotto è complementare ad un altro e devono essere necessariamente consegnati insieme. Senza contare che se ci sono macchine simili a quella guasta in grado di fare le stesse lavorazioni, il loro piano di lavoro verrà modificato e stressato per assorbire la produzione prevista sul centro fermo.

Un consiglio è quello di valutare attentamente costi e rischi associati ai fermo macchina, così da fare una valutazione concreta di quanto una cattiva gestione degli impianti può incidere sui propri profitti. Fatto ciò, è possibile valutare un investimento in soluzioni che prevengano queste situazioni.

Klan.IT lavora a soluzioni digitali per le aziende con lo scopo di migliorare le prestazioni e la qualità di prodotti e processi. Per rendere sempre più efficiente la gestione delle infrastrutture, la soluzione proposta è Klan.IT CMMS, una soluzione integrata per la manutenzione degli impianti, la taratura e la calibrazione degli strumenti.


Potrebbe interessarti anche:

Newsletter

Lascia l’email: le nostre BU ti invieranno periodicamente news, attività e pillole tecnologiche per rimanere sempre aggiornato!