Le Aziende speciali

Aziende speciali dei distretti sociale provincia di Cremona: ASC, CSC, CONCAS.

Nell’area dedicata ai servizi alla persona, la Provincia di Cremona è suddivisa in tre distretti: Comunità Sociale Cremasca (CSC), Azienda Sociale Cremonese (ASC) ed il Consorzio Casalasco dei Servizi Sociali (CONCAS). Queste realtà si definiscono “Aziende Speciali Consortili” e riuniscono le esigenze di piccoli e piccolissimi comuni allo scopo di sostenere la programmazione e la gestione dei servizi sociali e socio-sanitari sul territorio di appartenenza.

L'esigenza

Realizzare un sistema informativo Confederato per i Servizi Sociali

La necessità delle Aziende speciali dei distretti sociale provincia di Cremona nasceva principalmente dalla consapevolezza di poter efficientare i processi e le attività svolte. La sfida, inoltre, era quella di riuscire a realizzare questo obiettivo attraverso un sistema che fosse condiviso e unico, accomunando tutti e tre gli ambiti.

OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI

L’esigenza della tre aziende speciali della Provincia di Cremona era quella di ottimizzare i servizi erogati sul territorio attraverso una migliore programmazione e pianificazione basata su dati storici e le nuove necessità determinate dei mutamenti sociali, con l’automazione delle procedure.

SEMPLIFICAZIONE RENDICONTAZIONE

La soluzione da disegnare, inoltre, doveva consentire una facile il processo di rendicontazione, eventualmente supportato anche da un monitoraggio costante del lavoro sociale e un livello di controllo maggiore e adeguato alla complessità dei servizi.

CONDIVISIONE E SCAMBIO DI INFORMAZIONI

Oltre a migliorare i processi, era anche necessario individuare soluzioni adeguate per favorire la condivisione e lo scambio delle informazioni fra i differenti soggetti coinvolti: operatori sociali, ATS e gli enti del territorio.

La soluzione

Gecas - La Cartella Sociale Informatizzata

La Cartella Sociale Informatizzata è uno strumento utile ed innovativo in quanto permette una precisa condivisione delle informazioni e, quindi, un maggior coinvolgimento delle parti. Offre diverse funzionalità e la possibilità di gestire in modo digitale tutte le fasi del processo socio assistenziale.

La soluzione realizzata da Klan.IT è un sistema web-based che fornisce sia funzioni a livello operativo, sia funzioni a livello di programmazione. Ogni utente può collegarsi mediante un proprio account, che darà accesso alle sole informazioni di interesse.

È un sistema partecipativo che permette una precisa attenzione al sistema delle reti e delle risorse umane, che unisce, integra e mette a confronto operatori di sistemi organizzativi complessi. Tramite questo strumento è possibile la collaborazione e la comunicazione tra professionisti.

La Cartella Sociale Informatizzata sviluppa una serie di operazioni fondamentali per gli operatori, tra cui il fotografare la situazione in cui si trova la persona, i bisogni che esprime e le risorse di cui dispone. Trasmette informazioni ai collaboratori coinvolti e di formulare una valutazione sociale e un piano di lavoro, fissando obiettivi, programmi, interventi.

I risultati raggiunti

Miglioramento dei flussi

La Cartella Sociale Informatizzata permette un’analisi dei dati snella e veloce ed impone che i servizi sociali dei Comuni, l’Ambito e le istituzioni, si impegnino in processi comuni e integrati, in criteri di classificazione coerenti con le pratiche professionali, in un coinvolgimento attivo nella costruzione di strumenti informatici semplici, utili e funzionali. Grazie al sistema implementato, oggi è possibile:
  • descrivere e quantificare le attività svolte dal servizio e dal singolo operatore e leggere le problematiche della comunità;
  • valorizzare un patrimonio informativo che altrimenti resterebbe solo patrimonio del singolo operatore (i dati sono condivisi),
  • raccogliere informazioni in modo ordinato ed omogeneo favorendo la comunicazione tra professionalità diverse, di valutare l’andamento nel tempo della situazione del singolo utente e della comunità, di inventariare le richieste emerse e rimaste insoddisfatte (a scopo programmatorio e gestionale).
Inoltre, l’integrazione con la CRS (Carta Regionale dei Servizi della Regione Lombardia) consente l’accesso sicuro al sistema, ai dati e a tutti i servizi resi disponibili. L’integrazione con il sistema dell’ATS Valpadana consente agli ambiti e all’ATS di condividere tutto il patrimonio informativo Socio Sanitario utile per la corretta pianificazione dei servizi e il supporto alle decisioni. Ogni ambito può, in autonomia, personalizzare le modalità di gestione dei servizi e i relativi moduli procedurali.
tutti i case history di klan.it

Altre storie di successo

  • Alimentare: standardizzare i processi di manutenzione degli impianti
    Bauli
  • Farmaceutica: gestire in modo più efficiente i dati di produzione
    Damor Farmaceutici
  • GeCaS per Comunità Sociale Cremasca
    Comunità sociale cremasca